“L’emergenza ci ha insegnato che il digitale e la connectedcare sono uno scenario potenziale, ma che non possono sostituire ciò che noi non riusciamo a fare dal punto di vista organizzativo. Abbiamo a disposizione gli strumenti e le potenzialità per dotarci della capacità di interconnessione tecnica, ma ciò non è sufficiente: occorre lavorare sull’assetto organizzativo e di governance perché il tutto possa funzionare in modo integrato”.