Il management della sanità italiana ha messo in campo nel mese di agosto, su tutto il territorio nazionale, una serie di soluzioni organizzative innovative in grado di intercettare nei luoghi di vacanza le fasce di popolazione più bisognose di immunizzazione, come i giovani tra i 12 e i 19 anni, in vista dell’avvio dell’anno scolastico. Le iniziative puntano a raggiungere i cittadini che devono ancora immunizzarsi nei luoghi di vacanza, e alla massima semplificazione dell’accesso, evitando il più possibile le prenotazioni. L’iniziativa Gulliver 4 Teens. By the sea, in programma sino al 14 agosto nel Tigullio, si può ricondurre a questo filone di attività. È organizzata dalla Asl 4 Liguria, con il suo ambulatorio mobile, e punta a portare i vaccini anti-Covid nei luoghi frequentati in estate dagli under 18.
L’ambulatorio mobile della Asl fa tappa nelle località costiere, sostando nei luoghi più frequentati dai giovani del litorale del Tigullio, dalle 16 alle 20: Moneglia, Riva Trigoso, Chiavari, Lavagna, Sestri Levante, Zoagli, Rapallo, Santa Margherita Ligure e Portofino sono le tappe programmate. Concluso questo primo giro, il tour ripartirà nei giorni successivi per effettuare i richiami.
Per Paolo Petralia, Direttore generale della Asl 4 Liguria, “L’iniziativa nasce dalla necessità di raggiungere i circa 7.000 ragazzi residenti nel territorio della Asl, ancora con una copertura vaccinale molto limitata. Eravamo reduci dal successo della campagna di prossimità Il viaggio di Gulliver, che si è proposta di raggiungere tutte le località dell’entroterra, già a partire dal gennaio scorso e poi anche nei mesi estivi, con un ambulatorio mobile a bordo del quale ci sono un infermiere di famiglia, un medico e un amministrativo. E allora abbiamo deciso di riproporla, ma a misura di adolescente: siamo andati nei luoghi che frequentano di più e li abbiamo resi protagonisti della campagna vaccinale”.
La comunicazione ha giocato un ruolo fondamentale. È stato predisposto un tutorial sull’importanza della vaccinazione, scritto direttamente da due adolescenti e scaricabile attraverso un Qr code al momento della accettazione. Ai ragazzi è stato chiesto di farsi un selfie subito dopo la vaccinazione e di diffonderlo sui canali social, per invitare i propri amici a vaccinarsi.
La campagna si inserisce in realtà in un contesto più ampio, che punta all’obiettivo più ambizioso di stabilire con i ragazzi una relazione stabile, a lungo termine, per seguirli lungo tutto il percorso di crescita.
Quanto alle vaccinazioni anti Covid-19, grazie alle campagne di prossimità, che utilizzano strumenti mirati a seconda della fascia di popolazione da raggiungere, la Asl 4 Liguria conta oggi oltre il 73% della popolazione vaccinata, con una penetrazione molto alta in tutte le fasce d’età. Prossimo obiettivo: raggiungere, attraverso un camper, i “senza fissa dimora”.